VRDI

VRDI - Virtual Reality per una Didattica Inclusiva – è un progetto, finanziato da Fondazione TIM, che intende esplorare come la VR (Realtà Virtuale) e le altre tecnologie ad essa collegate (come i video a 360 gradi, la mixed reality e oltre…) possano essere utili e di valore per l’insegnamento e per la didattica inclusiva, in contesti scolastici con la presenza di disturbi specifici di apprendimento (DSA) e non.

VRDI è un Living Lab dove co-progettare i diversi elementi di attivazione, azione e interazione insieme a studenti, insegnanti ed editori e insieme esplorare, sperimentare, testare e valutare nuovi approcci e soluzioni per contribuire a definire il futuro della educazione inclusiva. Il progetto è partito a Giugno 2017 e terminerà nel Maggio 2019.

Nel primo anno scolastico si è occupato di co-progettare moduli didattici in ambiente VR e di effettuare un primo test con le scuole coinvolte. Nel corso del secondo anno scolastico, la fase di valutazione coinvolgerà un numero maggiore di scuole, mentre la disseminazione vedrà ulteriori occasioni di incontro e diffusione.

VRDI è un progetto che, oltre alle competenze portate dall'Istituto, si avvale della collaborazione di AREA Onlus, ed. Loescher, Università di Torino – Dip. di Psicologia, Convitto Nazionale Umberto I, Istituto Comprensivo Niccolò Tommaseo, CentroScienza onlus, Fondazione Giovanni Agnelli.

Per dettagli e richieste, è possibile mandare una mail all'indirizzo redazione@vrdi.it.

Maggiori informazioni sul progetto sono disponibili sul sito ufficiale del progetto.

 

Mobile Solutions