Tools diagnostici per sistemi di misura

L'obiettivo di questo progetto, finanziato dalla European Space Agency, è ottenere un set di correnti equivalenti in grado di descrivere completamente il comportamento dell'antenna, a partire dal campo irradiato dall’antenna stessa, misurato su una superficie nota.

Le correnti equivalenti trovate sono sorgenti vettoriali complesse elettriche e magnetiche, tangenti ad una superficie chiusa che racchiude completamente il sistema radiante. I campi misurati possono essere noti anche solo in ampiezza, la fase può essere ricostruita in modo iterativo. Le diverse applicazioni, attese dal tool elettromagnetico (EM) sviluppato, possono essere organizzate in quattro categorie: misure su antenne, diagnostica su antenne, compatibilità elettromagnetica (EMC), e sintesi di antenne. In applicazioni di misura, il tool può essere utilizzato per trasformazioni Near Field - Far Field (NF-FF), ad esempio nel caso di superfici di misura non separabili. Riguardo invece la diagnostica, le correnti equivalenti ricostruite permettono di individuare malfunzionamenti dell’antenna, e di togliere interazioni indesiderate. Nel campo EMC, un’interessante applicazione è la previsione degli effetti di piattaforme complesse, e l’analisi e la cura di interferenze elettromagnetiche (EMI). Ad esempio le strutture in metallo per applicazioni spaziali in genere devono avere "buchi" per ragioni termiche e/o meccaniche. È importante sapere quali fori hanno perdite significative di energia EM che può interferire con antenne di bordo. Questa tecnica può essere utilizzata per rilevare le aree in cui i fori possono essere lasciati in modo sicuro. Infine, riguardo alla sintesi di antenne, il tool proposto può essere applicato per il progetto di array sparsi, nella localizzazione degli elementi dell'array.

Advanced Computing and Electromagnetics